Vai al contenuto principale

Ciclo XXXI (Sanità e scienze sperimentali veterinarie)

COMMISSIONE: Prof Cristiano Boit, Prof. Mauro Coletti, Prof. Marco Pepe, Prof.ssa Cecilia Dall'Aglio

Ciclo XXX (Sanità e scienze sperimentali veterinarie)

COMMISSIONE: Prof Cristiano Boit, Prof. Mauro Coletti, Prof. Andrea Verini-Supplizi
TEMA PROPOSTO PER LA PROVA SCRITTA:L’avvento delle tecnologie cosiddette “omiche” promette un futuro migliore anche nel mondo animale: realtà o illusione? Descriva sinteticamente il candidato quali potrebbero essere le ricadute più meritevoli di considerazione delle loro applicazioni nel settore delle scienze veterinarie.

Ciclo XXIX (Sanità e scienze sperimentali veterinarie)

COMMISSIONE: Prof. Cristiano Boiti, Prof. Beniamino Terzo Cenci Coga, Prof. Marco Pepe. 
TEMA PROPOSTO PER LA PROVA SCRITTA: Quali sono le sfide che la ricerca sperimentale in campo biotecnologico veterinario (o nel settore della Sanità pubblica veterinaria o nel settore della Scienze cliniche e della diagnostica veterinaria) dovrebbe affrontare nei prossimi 10 anni?

Ciclo XXVIII (Sanità animale, produzioni zootecniche e sicurezza alimentare)

COMMISSIONE: Prof. Cristiano Boiti, Prof. Oliviero Olivieri, Prof. Beniamino Terzo Cenci Coga. 
TEMA PROPOSTO PER LA PROVA SCRITTA: Variabilità dei sistemi di produzioni animali. In Europa, esistono diverse tecnologie di allevamento, diverse razze e, di conseguenza, diverse produzioni animali. Individua le tecnologie che, secondo, te potrebbero garantire il benessere animale, la sicurezza alimentare e la qualità delle produzioni. 

Ciclo XXVI (Sanità animale, produzioni zootecniche e sicurezza alimentare)

Ciclo XXIV (Incremento delle produzioni zootecniche e patologia degli animali da reddito)

COMMISSIONE: Prof. Gabriele Fruganti, Prof. Giovanni Vitellozzi, Prof. Massimo Trabalza-Marinucci.
TEMA PROPOSTO PER LA PROVA SCRITTA:

  1. il candidato scelga almeno un settore che ritiene di particolare interesse alla luce delle più recenti ricerche;
  2. il candidato illustri alcuni esempi nell’ambito del miglioramento della qualità e della garanzia per il consumatore;
  3. il candidato scelga una specie animale di interesse zooeconomico relativamente alla quale discutere i punti di maggiore criticità
Vai a inizio pagina
Sommario