Vai al contenuto principale

Il Centro di Studio del Cavallo Sportivo ha sede presso il Dipartimento di Medicina Veterinaria dell'Università degli Studi di Perugia. Sin dalla sua costituzione, avvenuta nel 1992, il Centro si è interessato di miglioramento genetico e di sanità animale dei soggetti atleti allo scopo di valorizzazione il Patrimonio Equino Nazionale (Purosangue Inglese, Trottatore Italiano, Sella Italiano, Anglo Arabo, Puro sangue Orientale e Maremmano). Ciò ha portato a numerosi lavori scientifici su riviste internazionali ed anche su libri di testo ("The genetics of the horse" A.T. Bowling and A. Ruvinsky, CAB International Publishing, 2000, "The elite show jumper" Arno Linder, Conference on equine sports medicine and science 2000, ISBN-3-00-006051-0, 2000, "Equine color genetics" D. Phillip Sponenberg, Iowa State University Press, 1996,"Genetic conservation of domestic livestock" Lawrence Alderson, Imre Bodò, C A B International, Vol.2, 1992), nel contempo ha trasferito tale conoscenza mettendola a disposizione, a livello nazionale, di tutte le figure e gli Enti coinvolti nella gestione del cavallo sportivo.

Attraverso i suoi componenti è membro del l’Equine Genetic Diversity Consortium (EGDC) (University of Minnesota), community internazionale di ricerca nel campo della genetica e della genomica e del FAANG Functional Annotation of Animal Genomes (iniziativa internazionale per l’annotazione di tutti i genomi degli animali domestici).

Dal 2014 è centro di referenza (incaricato dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali) per la valutazione sanitaria dei riproduttori di razza Sella Italiano.

Vai a inizio pagina
Sommario